La donna (Romný) zingara

La donna zingara (Romný) Ŕ chiamata all'interno del gruppo GuvŔle (femmina) e rappresenta il fulcro dove poggia l'intera organizzazione familiare. Ha spesso un ruolo economico importante, con una relativa indipendenza, per assicurare la sussistenza quotidiana alla famiglia (cibo, vestiario).
Questi dati hanno radici storiche secolari. Infatti, in un contesto di rifiuto e spesso di persecuzioni, quando i Rom erano imprigionati e giustiziati spettava alla Romný il compito di rifornire la famiglia del necessario. Accompagnata da bambini, correva meno rischi di essere oggetto di violenza. Ancora oggi, cosý, la Romný provvede al sostentamento del nucleo coniugale, compiendo anche atti amministrativi. Incaricata dell'educazione dei bambini piccoli e delle figlie fino al loro matrimonio, ha un ruolo di primaria importanza per assicurare la sopravvivenza del gruppo.
La brava Romný ha un incondizionato rispetto del marito e di tutti i Rom di maggiore etÓ del gruppo familiare. Rappresenta l'elemento conservatore del gruppo sociale perchÚ Ŕ in grado di perpetuare le tradizioni, ma per questa ragione pu˛ essere anche l'elemento di cambiamento. Adora sfoggiare, soprattutto in occasioni di festivitÓ, i suoi sgargianti vestiti: gonna lunga con la cintura tradizionale a "p˛re di gur¨ve" (punto smok); camicetta a maniche "a campana" con il ricciolo davanti al petto; grembiule (fÓlde) sulla gonna con le tasche (puÜtiÓ) laterali e con i ricami perimetrali; foulard (paÜinýkh) sul capo a raccogliere i capelli Solitamente la Romný indossa sotto la gonna, allacciata alla vita con una cordicella una tasca di ampie dimensioni detta "puÜti".
╚ amante dell'oro e solitamente si adorna con orecchini e numerosi bracciali e collane perchÚ, da sempre, i Rom sono stati ottimi lavoratori di metalli e fra questi anche l'oro. Cosý soprattutto nella Romnia Ŕ rimasto l'amore per questo metallo.
Non a caso i monili d'oro ritraggono teste di cavallo o ferri di cavallo proprio a testimoniare l'altra grande passione dei Rom (oltre che un valido mezzo di sostegno economico), che Ŕ stato l'allevamento e il commercio dei cavalli.
Alla Romný abruzzese non Ŕ consentito fumare, indossare pantaloni e truccarsi, sono queste alcune delle caratteristiche pi¨ rimarchevoli che distinguono questo gruppo dagli altri gruppi zingari e dai gagÚ. Viene educata a mantenere sempre, all'interno e all'esterno del gruppo, un atteggiamento onorevole per sÚ e per i componenti della famiglia.

Da PrinckarÓng  (Conosciamoci), incontro con la tradizione dei Rom Abruzzesi, Editrice Italica (Pescara 1994).


Torna alla pagina principale